Affari di Borsa

Portafoglio

I Nostri Corsi

Scopri di più

Articoli

  • Home
  • Articoli
  • Che cosa è il Buy back? E’ utile per l’investitore?
Come valuta le azioni Warren Buffett

Owner earnings: come valuta le azioni Warren Buffett

Gli Owner earnings costituiscono lo strumento attraverso cui Warren Buffett valuta le azioni.

  1. Cosa sono gli Owner earnings?
  2. Formula degli Owner earnings
  3. Cosa sono le mantainance capital expenditures?
  4. Come valuta le azioni Warren Buffett?
  5. Come calcolare gli Owner earnings di Warren Buffett
  6. Come valutare un’azione con gli Owner Earnings di Warren Buffett


 
 
 

 


1. Cosa sono gli Owner earnings

Gli Owner earnings costituiscono lo strumento di  valutazione delle società utilizzato da Warren Buffett.

Calcolare gli Owner earnings, letteralmente il profitto del proprietario, permette di calcolare il valore intrinseco di una società, considerando il totale dei flussi di cassa che si prevede la società sarà in grado di generare nell’arco della sua vita, al netto delle spese di reinvestimento degli utili.

Nella relazione finanziaria annuale di Berkshire Hathaway del 1986 Warren Buffett ha definito gli Owner earnings  nel modo seguente:

"Gli Owner earnings rappresentano:

  • gli utili dichiarati più,
  • l'ammortamento, (amortisation, depletion & depraciation) e alcuni altri oneri non monetari ... meno,
  • l'importo medio annuo delle spese capitalizzate per impianti e attrezzature, ecc. che la società deve sostenere per mantenere pienamente la sua posizione competitiva a lungo termine e il suo volume unitario...”

OE 1

Warren Buffett – Chairman di Berkshire Hathaway


 
 
 

 


 2. Formula degli Owner earnings di Buffett

 La formula degli Owner eanings di Buffett è la seguente:

IMMAGINE OE

Formula degli Owner earnings di Buffett

dove:

  • Utili = risultato netto del periodo riportato dalla società;
  • Ammortamenti = quota di ammortamento delle immobilizzazioni spesata in conto economico oltre le altre spese che non hanno comportato un’effettiva fuoriuscita di cassa;
  • Δ CCN = variazioni del capitale circolante netto;
  • mantainance capex = spese in conto capitale di investimento che la società ha sostenuto per mantenere in vita il business al medesimo livello produttivo e col medesimo posizionamento competitivo.


 

 

  
3. Cosa sono le mantainance capital expenditure

Le mantainance capital expenditure sono le spese in conto capitale che la società deve sostenere per mantenere in vita il proprio business al medesimo posizionamento competitivo e livello produttivo.

Il problema che si pone all’investitore è determinare quali sono in concreto le mantainance capital expenditure.

Le società in genere espongono nel cash flow statement l’aggregato delle capital expenditure, senza distinguere tra le spese in conto capitale che occorrono per mantenere in vita il business da quelle sostenute per espanderlo.

Di seguito forniamo un esempio di come sono esposte in bilancio le capital expenditures di una società americana inserita nella watchlist di Affari di Borsa

OE 1

          Estratto del rendiconto finanziario di una società americane nella watchlist di Affari di Borsa

 

Nel riquadro in rosso è evidenziato il totale della capital expenditure che la società ha sostenuto nel corso dell’esercizio di bilancio senza alcun distinguo con le mantainence capex.

Individuare le mantainance capex può risultare complicato se le società non fornisce elementi al riguardo.

In analisi finanziaria sono stati, però, alcuni metodi per determinare le mantainance capital expenditure.

Le metodologie più utilizzate consistono nell’utilizzare le quote di ammortamento delle immobilizzazioni immateriali ovvero nel calcolare le mantainance capex usando la formula di Bruce Greenwald.


 
 

 


4. Come valuta le azioni Warren Buffett

Warren Buffett non hai mai espressamente indicato con precisione come valuta le azioni.

Tuttavia, in più occasioni Warren Buffet ha dichiarato che il valore intrinseco di una società “is the discounted value of the cash that can be taken out of a business during its remaining life”.

Al riguardo Warren Buffett ha richiamato più volte la definizione di Johh Burr Williams e il suo metodo di valutazione in base all’attualizzazione dei flussi di cassa futuri, il Discounted Cash Flow method.

Il metodo di valutazione utilizzato da Warren Buffett è per certi versi  assimilabile al Discounted Cash Flow method.

Il metodo di valutazione usato da Buffett se ne discosta, tuttavia, nei  seguenti elementi:

  • determinazione del flusso di cassa;
  • determinazione del tasso di sconto.

Il metodo di valutazione di Buffett si basa sull’Owner earnings, vale a dire l’utile netto maggiorato degli ammortamenti e delle altre spese che non hanno comportato fuori uscita di cassa, al netto delle mantainace capex.

Il flusso di cassa posto a base del metodo di valutazione utilizzato da Buffett viene, quindi, decurtato delle spese che la società deve sostenere per mantenere in vita il business.

Trattasi, quindi di un Free Cash Flow, sui generis, piuttosto che del Cash Flow Operativo, che viene utilizzato comunemente nel DCF method.

Inoltre, come tasso di sconto Warren Buffett predilige il rendimento atteso dalla preferibile alternativa di investimento, laddove nel DCF method si utilizza generalmente il WACC.


 

 


5.Come calcolare gli Owner Earnings di Warren Buffett

Per calcolare gli Owner earnings di Warren Buffett occorre reperire i dati utili nel rendiconto finanziario del bilancio societario.

I dati di bilancio e le principali informazioni societarie delle società quotate in borsa sono reperibili facilmente.

Come esempio di calcolo degli Owner Earnings ci serviamo dei dati finanziari di una delle  società statunitensi selezionata da Affari di Borsa con il Sieve System.

Procediamo, quindi,  ad estrarre  dal conto economico e dal rendiconto finanziario  i dati utili a calcolare gli Owner earnings.

Inseriamo, quindi, i dati raccolti relativi all’ultimo quinquennio per calcolare gli Owner earnings come di seguito, in applicazione della relativa formula.

OE 3

Esempio di calcolo degli Owner earnings di Buffett

 

Nel nostro esempio, quindi, gli Owner earnings della società analizzata ammontano a $ 141,352 milioni per il 2021,  a $ 128,948  negli ultimi quattro trimestri e a $ 92,942 milioni quale media degli ultimi 5 anni (4 anni + TTM).

 


 
 
 
 
6.Come determinare il valore intrinseco con gli Owner earnings di Warren Buffett

Gli Owner earnings rappresentano il punto di partenza per determinare il valore intrinseco di una società.

I passi successivi sono i seguenti:

  • stima del tasso di crescita della società;
  • determinazione di un tasso di sconto.

Nel nostro esempio abbiamo già individuato gli Owner earnings nelle sue diverse declinazioni

Utilizziamo come dato per gli Owner earnings quello corrispondente alla media degli ultimi 5 anni, pari $ 92,942 milioni, in quanto costituisce assunto più conservativo e affidabile.

Inseriamo gli Owner Earnings nel nostro foglio di calcolo excel unitamente agli altri parametri e segnatamente:

tasso di sconto: 12% (pari al tasso di rendimento atteso dalla prima alternativa di investimento)

tasso di crescita atteso: 14% per il primo quinquennio e 7% per il secondo quinquennio

OE 4

Esempio valutazione azione con gli Owner earnings di Buffett

Il valore intrinseco della società analizzata  è di $ 96 per azione,  che confrontato con il suo prezzo corrente di $ 47 mostrerebbe una apparente  sottovalutazione.

Come illustriamo nei nostri corsi di investimento, trattandosi sempre di una mera stima, il risultato ottenuto utilizzando gli Owner earnings va preso sempre con estrema cautela.

Il dato ottenuto va opportunamente   confrontato e ponderato con tutti i risultati ottenuto dall’applicazione degli altri metodi di valutazione a disposizione dell’investitore accorto, quali il Discounted Cash Flow method e la Formula di Graham.

L’analisi congiunta dei vari risultati ottenuti va poi associata ad una disamina complessiva del business societario, del suo posizionamento competitivo senza trascurare la qualità del management apicale.

Risulterà, quindi, utile ricorrere anche all’ausilio degli indicatori dell’efficienza operativa della società, quali ad esempio DSO, DPO, DSI, CCC e quelli in grado di misurare la profittabilità del business, quali il ROI e ROE.

Affari foto creata da ijeab - it.freepik.com

Owner earnings Owner earnings Buffett mantainance capital expenditures come valuta le azioni Warren Buffett Owner earnings Warren Buffett

logo
info@affaridiborsa.com

© 2018 Affari di Borsa 
Affari di Borsa s.r.l. semplificata
C. F. e P. IVA 14623121002

Note Legali

Informativa Privacy

Mappa del sito

Non hai mai operato in borsa?

Impara con i nostri corsi:
I NOSTRI CORSI DI INVESTIMENTO

Copyright © 2022 Affari di Borsa 

 

Informativa sui cookie

Informativa ai sensi del provvedimento 229/2014 del Garante della Privacy
Cosa sono i cookie
I cookies sono piccoli file di testo che hanno il compito di migliorare e favorire la ricerca in rete e la navigazione sul sito web. I cookies vengono archiviati sul dispositivo dell’utente dal browser utilizzato – Firefox, Internet Explorer, Safari, Chrome, ecc. Il nostro sito utilizza cookies di terze parti, come il servizio di Google Analytics, Affari di Borsa non può accedere a tali cookies, ne’ controllare il loro funzionamento. Affari di Borsa utilizza solo ed esclusivamente i risultati statistici e dati anonimi e aggregati derivati dall’analisi di tali cookies inviati da Google Analytics al fine di migliorare i servizi offerti. Per maggiori informazioni su come Affari di Borsa.it, conserva i tuoi dati personali leggi la nostra Privacy Policy. Puoi in qualsiasi momento modificare o revocare il tuo consenso dalla Dichiarazione sui cookie sul nostro sito Web.
Il tuo consenso si applica al seguente dominio: www.affaridiborsa.com
Tipi di cookie
Esistono due tipologie principali di cookies classificate in base alla loro permanenza sul dispositivo dell’utente:
  • Transitori (o di sessione): mantengono le informazioni per il tempo necessario alla navigazione web e si cancellano automaticamente all’uscita dal browser;
  • Persistenti: memorizzano e conservano le informazioni sul computer/dispositivo in uso fino all’eliminazione del cookie stesso e permettono il recupero d'informazioni inserite precedentemente, anche nella sessione precedente, fino a che non vengono cancellati dall’utente, ad esempio attraverso la cancellazione della cronologia di navigazione.
Esistono poi categorie di cookies suddivise in base alla loro funzione; per quanto riguarda tali categorie di cookies, navigando sul nostro sito, potrai incontrare:
  • Cookies Tecnici: si tratta di cookies di natura prettamente tecnica che permettono al nostro sito di operare gestendone le funzionalità essenziali, come quello di selezionare la lingua. Per utilizzare tali cookies non è necessario ottenere il consenso dell’utente, in quanto il blocco di tali dati non consentirebbe il corretto funzionamento del sito; relativamente alla categoria di cookies suddivisa in base al tempo di permanenza sul device dell’utente, si tratta di cookies di sessione. A ogni modo potrai decidere di disattivarli linkando sui collegamenti indicati in seguito, nella sezione COME DISATTIVARE I COOKIES, dal tuo browser web.
  • Cookies di Google Analytics: Utilizziamo il servizio di Google Analytics che ci consente di ricevere informazioni di natura anonima e statistica sul modo in cui gli utenti navigano sul nostro sito, avendo nota ad esempio di quanto tempo permangono su una pagina o su un articolo o del numero di visite. Tali dati sono comunque di natura aggregata e non consentono a noi d'identificare l’utente, tuttavia le informazioni generate dal cookie sono automaticamente trasmesse a Google Inc e depositate presso i server di Google localizzati negli Stati Uniti. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi, qualora ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi siano stati incaricati da Google al fine di trattare tali dati. Google potrà identificare l’utente associando i dati rilevati dalla navigazione sul nostro sito web con altri in suo possesso. Qualora l’utente intendesse disattivare tali cookies dovrà selezionare l’impostazione specifica presente sul proprio browser oppure effettuare il download del componente aggiuntivo per disabilitare le funzioni dei Cookies di Google Analytics al seguente link: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout, ma ciò potrebbe impedire il corretto ed efficace utilizzo di tutte le funzionalità di questo sito web. Si tratta di cookies persistenti. In ogni caso, utilizzando il presente sito web, senza effettuare la disabilitazione dei cookies, l’utente presta consenso al trattamento dei propri dati da parte nostra e di Google per le modalità e i fini sopraindicati.
  • Cookie per il Marketing I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L’intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
    • Google AdSense Affari di Borsa utilizza gli annunci pubblicitari di Google AdSense, un servizio di advertising fornito da Google Inc. Questo servizio usa il cookie “Doubleclick”, che traccia l’utilizzo il comportamento dell’utente in relazione agli annunci pubblicitari, ai prodotti e ai servizi offerti. I contenuti pubblicitari sono di soggetti terzi rispetto al proprietario del sito web (publisher) che li ospita sulle proprie pagine.
    • Pixel Facebook Affari di Borsa utilizza il pixel di Facebook, uno strumento per la raccolta di dati statistici che consente di misurare l’efficacia della pubblicità comprendendo le azioni che le persone eseguono sul sito web
  • Cookie di Terze Parti Qualora siano presenti all’interno della pagina contenuti generati da altre organizzazioni, c’è la possibilità che si ricevano cookie derivanti da tali organizzazioni (“Terze parti”), come ad esempio in presenza di “Social Plugins” per Facebook, Twitter, Google+, Linkedin e similari. L’utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network. La gestione delle informazioni raccolte da “terze parti” è disciplinata dalle relative informative cui si prega di far riferimento.
Gestione dei cookie
La maggior parte dei browser sono configurati per accettare i cookie. Tuttavia, l’utente può decidere di accettare o meno i cookie modificando le impostazioni del proprio browser. Per avere maggiori informazioni su come eseguire questa operazione sui principali browser, si rimanda alle sezioni di supporto: I cookie memorizzati sul dispositivo dell’utente, possono comunque essere cancellati, facendo riferimento alle guide del proprio browser o del proprio dispositivo. Tuttavia, è possibile che la restrizione della capacità dei siti web di inviare i cookie può peggiorare l’esperienza di navigazione globale degli utenti.
Come disattivare i cookie
Per saperne di più su come vengono utilizzati i dati raccolti, o per disattivare singolarmente i cookie di terze parti (ove possibile), fare riferimento alle informazioni di supporto, tra cui: